Cospirazione cosmica: "L'Universo come lo conosciamo NON esiste" | Ufo e Alieni
Gio. Feb 22nd, 2024

L’universo è uno scherzo cosmico di qualche dio con un’enorme capacità di programmazione? Alcune delle filosofie più brillanti nella storia dell’umanità hanno suggerito che il mondo è un’illusione, come il buddismo, lo gnosticismo o l’idealismo, solo per citarne alcuni.

Universo
La metafora di un sogno è stata fondamentalmente utilizzata per descrivere questa esistenza nell’irrealtà e questo sospetto cosmologico si è ora evoluto formulando una nuova metafora: la simulazione o il costrutto del computer.

Riconoscere l’illusione, come sapere che si sta sognando entrando in uno stato di lucidità, è il segno dell’iniziato, la coscienza che si vede non più come un ego ma come l’illusione stessa, l’intero universo in uno specchio infinito.

Seguendo questa linea di ricerca, è plausibile pensare che coloro che percepiscono l’illusione consustanziale dell’universo facciano parte di una cospirazione… quella che mantiene l’illusione o coloro che hanno accesso al codice di programmazione.

Questi iniziati potrebbero essere visti come una sorta di agenti di Matrix, alcuni dei quali potrebbero forse partecipare alla progettazione del programma, proiettando le immagini del mondo sul nulla.

(Il buddismo sostiene attraverso il concetto di sunyata, che la realtà delle cose è non-realtà, tutte le cose sono vuote e sono solo costruzioni mentali della nostra percezione).

Sbirciare in questo è forse il passaggio fondamentale dell’illuminazione: lo stato buddhico che equivale al risveglio da un sogno.

Pochi giorni fa, il sito scientifico della Cornell University ha pubblicato un articolo di cosmologia che afferma di provare la non esistenza dell’universo – o qualcosa come una cospirazione che mostra che l’universo è stato progettato da una società segreta cosmica.

La teoria è supportata dai risultati della Missione Planck, che mostrano che “tutti i parametri che descrivono l’Universo all’interno del modello ACDM possono essere costruiti da un piccolo insieme di numeri noti della teoria della cospirazione“.

Le nostre scoperte sono confermate da dati recenti nella fisica delle particelle ad alta energia. Questo mostra chiaramente che l’universo è un piano avviato da un gruppo o una loggia sconosciuta.

“Abbiamo analizzato i possibili scenari per questa cospirazione e abbiamo concluso che credere nell’esistenza del nostro universo è un’illusione, come precedentemente ipotizzato da filosofi antichi, autori di fantascienza del 20° secolo e registi contemporanei“.

Gli autori Jörg P. Rachen, un astrofisico che ha pubblicato una ricerca sui risultati della missione Planck studiando la luce più antica dell’universo, e Ute G. Gahlings, sviluppano la loro teoria dopo aver scoperto che il più piccolo numero primo è la somma di tre i numeri primi sono 23 = 5 + 7 + 11.

Lo stesso numero che mantiene relazioni insolite con π ed è anche il numero più importante nella moderna teoria del complotto, dopo essere apparso in una serie di sincronicità a William Burroughs.

E poi Robert Anton Wilson, autore di “Illuminatus! Trilogy” , che lo collegò a una serie di comunicazioni telepatiche trasmesse dal sistema stellare di Sirio.

Sirio è anche l’origine della proiezione olografica del Logos che simula la realtà nel romanzo VALIS di Philip K. Dick, ispirato a un episodio di comunicazione telepatica con intelligenze astrali.

Solo chi dorme lo considera reale. Poi la morte arriva come l’alba e ti svegli ridendo di quella che pensavi fosse la tua sofferenza.

Riteniamo che sia possibile che le date degli eventi della fine del mondo siano criptate nella nostra coscienza. Poiché la data del giorno previsto, 21 dicembre 2012, è trascorsa senza effetti apprezzabili..”

E l’errore è inconcepibile, dobbiamo concludere che il nostro universo è finito in quella data, ma mentre ricevono una proroga dei fondi e la simulazione viene riavviata con tutte le esperienze del temporale cancellate dalla nostra memoria” , affermano gli autori

Ovviamente questo giornale è uno scherzo del pesce d’aprile, pubblicato in una prestigiosa istituzione con grande umorismo.

Ma al di là del fatto che la teoria è intenzionalmente selvaggia, parodiando teorie del complotto, pensare che l’universo sia un’illusione non è così folle.

Il filosofo Nick Bostrom ha sostenuto un caso relativamente forte sostenendo che il nostro universo potrebbe essere una simulazione olografica al computer, in ogni punto si trova l’intero codice.

Perché non pensare anche che l’universo sia uno scherzo? Forse un demiurgo imbroglione, innamorato del potere delle copie… Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento qui sotto!

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Fonte: Ufospain

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Un pensiero su “Cospirazione cosmica: “L’Universo come lo conosciamo NON esiste””

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina