Gli scienziati trovano specie precedentemente sconosciute sulla Terra

Gli scienziati hanno riferito di aver scoperto una serie di specie microscopiche precedentemente sconosciute sulla Terra.

Si stima che il numero di specie vegetali e animali sul nostro prezioso pianeta sia di circa 8,7 milioni. Eppure, ci sono solo circa 1,2 milioni di specie che sono state identificate e descritte finora, la maggior parte delle quali sono insetti.

Pertanto, milioni di altri organismi, alcuni esperti suggeriscono più di 100 milioni, ci sono completamente sconosciuti.

Ricerche come questa potrebbero anche aprire la strada allo studio della vita su altri pianeti, con diverse missioni nel sistema solare alla ricerca di vita aliena, come, ad esempio, Marte.

Gli scienziati hanno recentemente scoperto diverse specie di microrganismi molto rare, alcune delle quali sono rare e hanno eluso le osservazioni degli scienziati per oltre un secolo.

Queste specie sfuggenti sono state scoperte da una coppia di scienziati non convenzionali che non si erano mai incontrati di persona e il loro lavoro è stato pubblicato sulla rivista scientifica PROTIST.

La professoressa Genoveva Esteban, professoressa alla Bournemouth University, e James Weiss, ricercatore indipendente con due gatti a Varsavia, in Polonia, hanno avuto la fortuna di collaborare a un lavoro scientifico che alla fine ha individuato la specie.

Gli scienziati e il pubblico in generale impareranno di più sulla vita a livello microscopico attraverso il loro approccio alla scienza e la scoperta di questi nuovi e rari organismi.

I ricercatori sperano che migliaia di giovani saranno ispirati a studiare la scienza e dimostrare il significato della vita microscopica sulla terra, oltre a dimostrare quanto sia importante la microbiologia per tutti gli organismi viventi.

Un microrganismo è costituito da una sola cellula ed è la forma di vita più semplice sulla terra. Possiamo trovarli dappertutto, sia in piccole pozzanghere che in vasti oceani, e la parte migliore è che c’è ancora molto da imparare su di loro.

Nonostante il fatto che interi ecosistemi dipendano dalla biodiversità, la biodiversità a livello microscopico non è ben compresa.

Alcune di queste specie sono completamente nuove e altre non si vedono da oltre un secolo. Abbiamo documentato molti comportamenti curiosi su di loro e condotto per la prima volta un’analisi del DNA, ha spiegato il professor Esteban.

Ciò significa che possiamo capire di più sulle loro relazioni con altri microbi e trovare nuovi rami per loro sull’albero della vita“, ha continuato il professor Esteban.

nuova specie microrganismo
Questa fotografia microscopica mostra un nuovo Lacerus che ha un bordo cellulare seghettato. Credito: Università di Bournemouth

Uno dei più rari e nuovi microrganismi scoperti è Legendrea loyezae.

Secondo il professor Esteban, “Non sappiamo da dove prendesse il nome l’organismo; la descrizione francese di oltre 100 anni non fornisce alcuna informazione sull’origine del nome, ma sospettiamo che fosse dopo qualcuno poiché “Legendre” è un nome francese comune.

Inoltre, hanno scoperto un Lacerus, che significa “con bordi irregolari” a causa dell’aspetto seghettato dei bordi delle cellule, e un Apertospathula, che significa “apertura della bocca ventrale“.

Non sono stati ancora assegnati nuovi nomi alle specie, ma Weiss spera che saranno accompagnati da riferimenti immaginari contemporanei che attireranno l’attenzione di persone di tutte le età.

In effetti, la maggior parte della vita sulla Terra è sempre stata microscopica. La maggior parte degli organismi sull’albero della vita sono microscopici. Nelle prime epoche della Terra, i microrganismi furono i primi predatori e i loro avidi appetiti contribuirono in modo significativo all’evoluzione della vita complessa, ha spiegato Weiss.

Poiché le prede sviluppavano difese migliori, i predatori dovevano sviluppare modi migliori per catturarli. Dopo l’evoluzione di una vita complessa e multicellulare, sono diventati la principale fonte di cibo per altri come il krill e il plancton, che a loro volta sono cibo per specie più grandi. 

Se gli organismi in fondo venissero rimossi, anche tutte le altre parti della catena alimentare sopra di loro collasserebbero”, ha aggiunto.

Nel corso di 18 mesi, il duo ha testato migliaia di campioni provenienti da corpi idrici, principalmente dalla Polonia ma anche da tutto il mondo.

In questa ricerca, nessun altro ha cercato questi, né c’è stata una ricerca così intensa di microbi in passato, ha spiegato il Prof. Esteban.

I ricercatori sapevano che si sarebbero imbattuti in qualcosa di nuovo prelevando così tanti campioni quasi ogni giorno, come con tutte le forme di avvistamento della fauna selvatica.

Man mano che la scienza acquisisce una maggiore conoscenza del mondo microscopico, i ricercatori sono in grado di comprendere meglio il resto dei loro habitat, in cui prosperano altre forme di vita.

Gli scienziati hanno isolato i microrganismi da ogni campione e hanno studiato il loro DNA per determinare se alcuni fossero nuovi alla scienza e altri fossero estremamente rari, ma questo compito ha coinvolto anche uno specialista.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

125Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Un pensiero su “Gli scienziati trovano specie precedentemente sconosciute sulla Terra

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina