Declassificato il file UFO di 450 km che sorvolò il Cile nel 1992

Il 1992 è stato un anno cruciale per l’ufologia cilena, quando un UFO di 450 chilometri è apparso nel paese meridionale. Ora questo incidente è diventato ufficiale dopo anni di indagini.

Un file declassificato dalle autorità aeronautiche cilene ha rivelato immagini satellitari di un UFO di 450 chilometri di diametro che ha sorvolato il Cile nel ’92.

Il satellite statunitense GOES 8 è stato quello che ha catturato un colossale oggetto ellittico nelle vicinanze della costa cilena. Tuttavia, la cosa più sorprendente è che questo evento si è ripetuto altre 2 volte: nel 1996 e nel 2006.

Erano gli anni del caso “l’incidente ufo Varginha“, in cui un’ondata di UFO fu vista in Brasile.

L’UFO di 450 chilometri

ufo di 450 km in cile
Secondo le dichiarazioni, l’UFO sembrava una città galleggiante.

Secondo i teorici, un oggetto enorme era sulla Terra in orbita ad alta velocità.

La possibile Nave Madre è stata studiata in dettaglio dalle Forze Armate del Cile insieme a diversi ricercatori, ottenendo più domande che risposte. Tuttavia, è chiaro che l’oggetto era in orbita attorno alla Terra.

La notizia è stata diffusa in tutto il Paese meridionale e in parte dell’America Latina, comparendo sui giornali e sulla stampa.

Lì sono state rivelate le informazioni che le autorità aeronautiche cilene hanno portato alla luce e l’immagine catturata dal Centro Meteorologico Regionale di Antofagasta.

Gustavo Rodríguez, portavoce del team cileno di aeronautica civile, ha spiegato che sono state scattate diverse fotografie per escludere qualsiasi errore di stampa dell’attrezzatura.

Poiché l’immagine è così nitida e delineata, gli specialisti concordano sul fatto che l’oggetto si stava muovendo alla stessa velocità di un satellite a 3,1 chilometri al secondo.

Loading...

Mario Dussuel, investigatore civile, ha detto ai media che si trattava di un oggetto di cui non sapevano cosa fosse perché presentava variazioni di temperatura. Una prova che c’era o c’è qualcosa nello spazio che deve essere indagato.

ufo di 450 km in cile
Immagini satellitari dell’oggetto.

I calcoli hanno mostrato che si trattava di un UFO di 450 chilometri di diametro. Luis Riquelme, ricercatore e collega di Dussuel, ha aggiunto che non c’è stato alcun intervento umano, in quanto sono macchine impossibili per lo sviluppo umano.

L’UFO sarebbe una specie di città volante, secondo le prove nella prima fotografia. Ha generato un’interferenza elettromagnetica che si è manifestata in strisce rivelate dall’ingrandimento computazionale dell’immagine satellitare GOES 8.

Altri testimoni dell’evento

L’ingegnere di volo ecuadoriano, Carlos Naranjo Burbano, ha rilasciato alcune dichiarazioni un paio di anni fa in cui menzionava il misterioso evento mentre conduceva operazioni aerospaziali.

Ha affermato che, al ritorno da un volo da Santiago del Cile, sono stati “accompagnati” per un periodo di 15 minuti da un oggetto che non sapeva classificare .

Inoltre, a circa 50 miglia di distanza, potevano vedere l’UFO di 450 chilometri di diametro che hanno descritto come una ” città satellite “.

«Si vedeva dentro il mare, in fondo al mare. All’interno di questa nave si potevano distinguere le forme degli edifici e delle superfici artificiali come una normale città. Era mattina presto e dall’aereo potevamo vedere le luci sul fondo del mare di quella che sembrava una città quando ci volavi sopra, solo che stavamo sorvolando l’oceano.»

Nel 2015, un evento simile si è verificato di nuovo in Cile e molte persone hanno caricato diversi video e immagini sui social network. È possibile che una città molto più avanzata abbia orbitato intorno alla Terra per decenni?

VEDI ANCHE▶  Registrano un impressionante “UFO multicolore” sul Canada

A cura di Ufoalieni.it

Loading...

loading...

Un pensiero su “Declassificato il file UFO di 450 km che sorvolò il Cile nel 1992

  • 20 Gennaio 2021 in 10:22 pm
    Permalink

    ” si trattava di un oggetto di cui non sapevano cosa fosse ” e già qui è una vergogna.
    Poi, parlare di edifici all interno di un’astronave semitrasparente è una descrizione di un fenomeno ottico, detto ” Fata Morgana” che ripropone un’aberrazione ottica riflessa su strati di aria calda di zone sottostanti o anche molto distanti.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest