"Ho vissuto su Marte": insolita confessione di un ex marine americano | Ufo e Alieni
Gio. Feb 22nd, 2024

Un ex marine statunitense afferma di aver trascorso 17 anni su Marte a proteggere le colonie spaziali segrete.

capitano kaye marine

Internet può essere un posto piuttosto selvaggio, un mondo di voci, storie, video falsi e talvolta disinformazione, tutto non regolamentato e sembra un po’ come il selvaggio West.

Attraverso questo frastuono di storie stravaganti e racconti stravaganti, di tanto in tanto uno si ergerà come particolarmente strano e assurdo, ma riuscirà a essere raccolto e discusso al punto da assumere una vita propria.

Sicuramente uno di quei racconti è la storia di un uomo che ha presentato le sue esperienze con super soldati, basi marziane e guerre intergalattiche, che secondo lui sono completamente vere.

Nel 2006, un uomo che si faceva chiamare “Capitano Kaye” (in seguito si scoprì essere Randy Cramer, ma il Capitano Kaye suona bene, quindi continueremo con quello) uscì dall’ombra del top secret, affermando di essere un membro del Corpo dei Marines degli Stati Uniti.

Con una storia incredibilmente strana da raccontare, iniziò dicendo che quando era solo un ragazzino di soli 3 o 4 anni, i membri di una losca organizzazione andarono da lui di notte per reclutarlo segretamente in un programma chiamato “Project Mannequin”.

Secondo lui, questo era un programma governativo top secret progettato per creare super soldati che sarebbero stati assassini più forti, più efficienti e più obbedienti sul campo di battaglia.

I bambini sono stati scelti perché le loro giovani menti erano viste come più malleabili e facilmente deformabili, i loro corpi potevano resistere e adattarsi ai rigori di ciò che li attendeva.

Le tecniche usate su di me sono state descritte come uno stile di programmazione ‘al punto’ in contrasto con la maggior parte degli stili di programmazione che tentano di costringere i Super Soldati a uccidere qualsiasi cosa, sempre e ovunque, e come animali umani”.

La maggior parte di noi semplicemente non è costruita in questo modo, quindi resistiamo e la funzione principale diventa ‘sopprimere’ l’impulso di resistere“.

Invece di creare il miglior Super Soldato possibile, crei solo il più compatibile. Una programmazione come questa non cerca di creare qualcosa che uccida l’ordine, ma crea invece un istinto profondo per proteggere il suo territorio quando è minacciato“.

Pertanto, fintanto che può spiegare in modo credibile la minaccia, il soldato userà tutta la sua forza e astuzia per distruggere chiunque possa danneggiare coloro che è geneticamente predisposto a proteggere“.

Per partecipare a questo addestramento, dice che questi agenti lo hanno portato lontano da casa sua nel cuore della notte in una base segreta fuori dal pianeta, dove è stato addestrato e indottrinato per giorni o settimane alla volta.

Per assicurarsi che nessuno sapesse che se n’era andato, è stato utilizzato il viaggio nel tempo per riportarlo al momento esatto in cui era stato rapito, lasciando i ricordi nella sua mente come un sogno.

Kaye, insieme ai 300 bambini reclutati, parteciperebbe anche a un programma chiamato “Project Moon Shadow”, che sarebbe la fase successiva e, secondo lui, una propaggine del programma di controllo mentale del governo chiamato MK Ultra.

Quando ha compiuto 17 anni, la sua formazione è stata considerata completa e si suppone che sia stato inviato a unirsi a quella che chiama la “Mars Defence Force” (MDF), parte del Programma spaziale segreto degli Stati Uniti (SSP), che si era stabilito allo scopo di proteggere il pianeta Terra.

È interessante notare che questo era presumibilmente un programma congiunto gestito da Stati Uniti, Cina e Russia, lavorando segretamente insieme per mantenere tutto senza intoppi dietro le quinte.

Apparentemente, queste colonie erano sul pianeta dal 1960. E che gli sbarchi sulla luna erano stati una copertura per distogliere l’attenzione pubblica dai veri obiettivi della NASA, che erano “colonizzazione marziana e difesa planetaria“.

Incredibilmente, ci sono state altre persone che si sono fatte avanti affermando di aver fatto parte anche loro della Mars Defense Force, raccontando le proprie storie.

Sono illusioni di persone disturbate o una gigantesca bufala? Credono davvero in quello di cui parlano? O c’è qualcosa di vero in tutto questo?

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina