I giganti perduti del Nord America. La storia proibita

Una delle più grandi controversie relative alle antiche culture preistoriche del Nord America ruota attorno a ciò che chiamiamo giganti.

Scheletri di giganti umani

teschio gigante

All’epoca dei primi coloni europei in Nord America, migliaia di antichi tumuli a forma di piramide furono scoperti in tutto il paese e queste tombe contenevano scheletri di giganti umani fino a quattro metri.

Il motivo per cui non fu più riportato dopo il diciannovesimo secolo fu che questi giganti non si adattavano in alcun modo alla teoria dell’evoluzione umana.

Un ruolo chiave nel nascondere i giganti americani fu svolto dalla American Smithsonian Institution, ora guidata dal governo e dai militari. Gli archeologi dell’istituzione hanno eliminato migliaia di scheletri giganti dalle Montagne e dalle tombe.

La maggior parte di questi giganti misurava oltre 2,40 m;alcuni scheletri giganti avevano teschi piatti e sei dita delle mani e dei piedi.

Queste scoperte inappropriate sono in gran parte ignorate dalle attuali ricerche accademiche, ma non è sempre stato così.

Scheletri giganti trovati in Wisconsin

Prima dell’accettazione della teoria dell’evoluzione di Darwin, gli scheletri giganti erano ancora accettati dall’archeologia e i giganti dovevano generalmente popolare tutto il Nord America.

In effetti, c’è un discorso di Abraham Lincoln del 1848 in cui sottolinea l’esistenza dei giganti.

Loading...

La famiglia Lincoln aveva familiarità con la storia delle molte tribù indigene del Nord America e conosceva anche i reperti di scheletri giganti nei tumuli degli indiani.

Da allora, quasi tutte le prove fisiche dei giganti sono state trascurate o distrutte.

Storici, antiquari e archeologi hanno documentato la scoperta di questi tipi di scheletri negli Stati Uniti,specialmente nelle colline e negli scavi della valle del fiume Ohio e lungo il fiume Mississippi.

Questi dati possono essere consultati nelle storie di qualsiasi contea, comune o stato, nonché nella letteratura antropologica appartenente o al di fuori della Smithsonian Institution.

A cura di Ufoalieni.it 

loading...
Loading...

ufoalieni

Fondatore del sito Ufoalieni.it e della pagina facebook: Ufo e Alieni nuove rivelazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.