La "faccia" di Marte è stata prevista e disegnata in un fumetto del 1958 | Ufo e Alieni
Gio. Giu 20th, 2024

Il maestro del fumetto Jack Kirby ci ha mostrato il “volto” di Marte decenni prima che fosse catturato da Viking 1 nel 1976 e diventasse la struttura più controversa mai scoperta sul pianeta rosso.

faccia sul suolo marziano

Questa “faccia” è una caratteristica distintiva sulla superficie del pianeta Marte situato nella regione di Cydonia, in particolare in Cydonia Mensae, che per alcune persone assomiglia a un volto umano.

Misura circa 3 km di lunghezza per 1,5 km di larghezza e si trova a 41º05′ nord e 9º50′ ovest. Fu fotografato per la prima volta il 25 luglio 1976 dalla sonda spaziale Viking 1, che all’epoca era in orbita attorno al pianeta.

L’evento ha attirato l’attenzione del pubblico sei giorni dopo in un comunicato stampa consegnato dalla NASA.

Dopo le polemiche sollevate sulla sua possibile artificialità, altre sonde e orbiter sono tornate a fotografare la regione a risoluzione maggiore per mostrare una struttura che sembrava più geologica e naturale.

Hanno spiegato che l’aspetto di una faccia simmetrica si è verificata nella fotografia originale perché la combinazione dell’angolo di illuminazione della luce del Sole e la bassa risoluzione hanno appianato le irregolarità della superficie.

Tuttavia, i teorici della cospirazione hanno accusato la NASA di aver deliberatamente coperto e modificato le immagini per nascondere quella che sarebbe stata la prova definitiva dell’esistenza passata di una civiltà marziana.

Altri hanno insistito sul fatto che la pareidolia (riconoscere schemi familiari dove non ce ne sono) del viso non è causata da una formazione naturale, ma dall’erosione di centinaia di migliaia o milioni di anni di una struttura artificiale e che questo può essere solo provato o confutato con un’esplorazione e non con foto scattate dall’orbita.

“Foto che, inoltre, mostrerebbero piramidi simili erose nelle vicinanze.”

Faccia di Marte in un fumetto

In un fumetto del 1958, intitolato appunto “The Face on Mars”, e che è il secondo numero della serie Race to the Moon di Harvey’s Comics, il suo autore Jack Kirby ci racconta come un gruppo di esploratori trovi una struttura artificiale a forma di volto umano su Marte.

he face on mars fumetto

Ma non solo, dopo averla scalata, scoprono che gli occhi di questa costruzione sono vuoti e conducono a una sorta di sala di registrazione visiva che mostra il destino finale della civiltà marziana: una guerra interplanetaria spazzò via gran parte dell’atmosfera e i pochi sopravvissuti si rifugiarono nel regno sotterraneo.

Quest’ultimo è coerente con quanto sostengono attualmente alcuni scienziati planetari: se la vita esistesse su Marte, sarebbe sotto la sua superficie. Qualcosa di logico considerando i livelli ostili di radiazioni che hanno colpito il pianeta a causa della sua debole atmosfera e dell’assenza di una magnetosfera.

Concorda anche con le teorie moderne secondo cui un’antica civiltà su Marte è stata spazzata via, come racconta Kirby, da un attacco nucleare di un’altra razza aliena.

Ad esempio, il fisico Dr. John Brandenburg ha recentemente presentato un documento in cui afferma che gli isotopi nucleari nell’atmosfera del Pianeta Rosso assomigliano a quelli di una bomba all’idrogeno, “probabilmente lanciata dallo spazio in un attacco nucleare su Marte“.

Ciò sarebbe supportato dai dati sull’alta concentrazione di Xenon-129 nell’atmosfera marziana e di uranio e torio sulla superficie, raccolti dalla navicella spaziale Mars Odyssey della NASA.

Ciò ha portato alcuni teorici della cospirazione a pensare che alcuni autori avessero accesso a informazioni privilegiate che riflettevano nelle loro opere sotto forma di finzione, filtrando parte di una realtà nascosta al pubblico.

O potrebbe essere che l’umanità non abbia avuto origine sulla Terra e la distruzione del suo vero mondo nativo sia impressa nella memoria collettiva della specie?

In quest’ultimo caso, la NASA prevede di tornare a casa prima dell’anno 2040. Cosa ne pensi? Lasciaci il tuo commento qui sotto.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina