Levitazione: il segreto millenario delle antiche civiltà?

Uno dei più grandi misteri della storia è il modo in cui le antiche civiltà hanno costruito i loro grandi monumenti Usavano una tecnologia sconosciuta? Secondo alcune ricerche, è possibile che il suo segreto risieda nella levitazione.

Levitazione monumenti
Le antiche civiltà usavano la vibrazione per far levitare le rocce.

Tutte le antiche civiltà del pianeta trasportavano blocchi di pietra supermassicci per realizzare le loro colossali costruzioni. Come hanno fatto? È una domanda a cui nemmeno la scienza ha saputo rispondere. Una nuova teoria suggerisce che abbiano usato una tecnologia segreta relativa alla levitazione.

Le piramidi d’Egitto, Puma Punku, Baalbek, Teotihacán. Questi sono solo alcuni esempi della colossale architettura dei nostri antenati.

Levitazione per spostare grandi blocchi

Uno dei fatti più interessanti sulle culture antiche con monumenti supermassicci è che hanno tutte qualcosa in comune; leggende che siano stati costruiti dagli dei o con il loro aiuto.

Diversi miti parlano di pietre massicce mosse dal suono. Un esempio di ciò sono le storie dietro lo Stonehenge, che menzionano la levitazione come metodo per trasportare enormi pietre.

Curiosamente, le leggende boliviane che parlano della costruzione del Puma Punku sono estremamente simili.

Erodoto, nei suoi resoconti, cita anche come gli egizi ricevettero “conoscenza dagli dei” su come “far galleggiare” enormi blocchi di calcare per costruire le piramidi d’Egitto.

È noto che il suono era molto venerato in diverse culture antiche. Diversi studi mostrano che alcuni blocchi di pietra megalitici sono stati posizionati, in particolare, per causare modelli di interferenza delle onde sonore.

Qualcosa di molto simile ai dispositivi di cancellazione del suono. Ciò ha causato l’esistenza di luoghi con totale silenzio in vari punti intorno ai monumenti.

Levitazione monumenti 2
È possibile che l’acustica dei vari monumenti sia il segreto della levitazione?

Altre costruzioni che rispondono al suono sono, ad esempio, la cultura Chavín dell’antico Perù. A Chavín de Huantar puoi trovare un gruppo di strutture e statue che producono un ruggito felino quando vengono suonate le antiche trombe a conchiglia che possiedono.

Questo accade anche con la Piramide del Serpente Piumato di Chichén Itzá, poiché gli echi del suono emettono il grido di Quetzal, il messaggero Maya del dio creatore Kukulkan.

Frequenza acustica unica

L’ Ipogeo di Hal-Saflieni, una struttura sotterranea neolitica a Malta, scoperta per caso nel 1902, era una sorta di santuario. In essa troverai la «Sala dell’Oracolo», situata al secondo livello.

Questa stanza offre una risonanza unica; una doppia frequenza di risonanza a 70 Hz e 114 Hz .

Con una voce maschile sintonizzata su questa frequenza, è possibile ascoltarla in tutto l’Ipogeo. È stato anche scoperto che gli strumenti a percussione possono stimolare la risonanza con le loro armoniche.

I test effettuati hanno mostrato che queste frequenze stimolano fortemente anche l’attività del cervello umano. Pertanto, è probabile che queste camere fungessero da centri per eventi spirituali.

Al giorno d’oggi, gli studi dimostrano che con la frequenza necessaria è possibile ottenere la levitazione. Almeno oggetti molto piccoli per il momento.

In questo modo, non è irragionevole pensare che i nostri antenati avessero nelle loro mani il potere di levitare attraverso il suono.

Ci sono molti altri monumenti in cui è stato scoperto che il suono era della massima importanza. Aggiunto agli antichi resoconti, tutto sembra indicare che l’acustica fosse parte di una tecnologia antica unica.

 

VEDI ANCHE▶  Un “colossale labirinto sotterraneo” scoperto ad Hawara, in Egitto

A cura di Ufoalieni.it

4.9K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina