Il mistero del calendario Maya svelato secondo uno studio | Ufo e Alieni
Dom. Apr 14th, 2024

l complesso ciclo di 819 giorni del calendario Maya ha perplesso gli studiosi per molto tempo, ma una recente ricerca dimostra la sua coincidenza con i cicli planetari in un periodo di 45 anni. Questa scoperta offre la panoramica più completa mai ottenuta finora del sofisticato calendario Maya.

Il misterioso ciclo di 819 giorni

calendario maya mistero

Il ciclo, che copre un periodo di 819 giorni, è noto come il conteggio di 819 giorni. La difficoltà risiedeva nel fatto che gli studiosi non erano riusciti a farlo corrispondere a nessun altro fenomeno.

Tuttavia, gli antropologi John Linden e Victoria Bricker dell’Università di Tulane ritengono di aver finalmente decodificato il mistero.

Il loro approccio consisteva nell’espandere la visione, analizzando il funzionamento del calendario in un periodo di 45 anni invece di 819 giorni e correlarlo al tempo impiegato da un oggetto celeste per tornare approssimativamente allo stesso punto nel cielo, noto come periodo sinodico.

Calendario Maya e cicli planetari

Sebbene precedenti ricerche abbiano tentato di stabilire connessioni planetarie per il conteggio di 819 giorni, il loro schema direzionale a quattro colori risulta troppo breve per adattarsi correttamente ai periodi sinodici dei pianeti visibili“, scrivono nel loro articolo.

Estendendo la lunghezza del calendario a 20 periodi di 819 giorni, emerge un modello in cui i periodi sinodici di tutti i pianeti visibili coincidono con i punti stazionari nel calendario più ampio di 819 giorni“.

Il sistema complesso del calendario Maya

Il calendario Maya è in realtà un intricato sistema composto da diversi calendari più piccoli, sviluppato secoli fa nella Mesoamerica precolombiana.

Tra i vari calendari, il conteggio di 819 giorni è il più enigmatico per gli antropologi moderni. Si tratta di un calendario basato su geroglifici che si ripete quattro volte, con ciascun blocco di 819 giorni corrispondente a uno dei quattro colori e, come si pensava inizialmente, a una direzione cardinale.

Pianeti visibili e conoscenze astronomiche dei Maya

I Maya avevano misurazioni estremamente accurate dei periodi sinodici dei pianeti visibili: Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno.

misurazione cosmo maya
Il lungo conteggio o quinto del calendario Maya.

La sfida era capire come questi periodi sinodici si inserissero nel contesto del conteggio di 819 giorni. Mercurio è semplice, con un periodo sinodico di 117 giorni che si adatta perfettamente sette volte in 819 giorni. Ma come si collocano gli altri pianeti?

Si è scoperto che ciascuno dei pianeti visibili ha un periodo sinodico che coincide esattamente con un certo numero di cicli del conteggio di 819 giorni.

Conclusione: un calendario Maya più ampio e sofisticato

Nonostante il rischio che gli storici possano leggere troppo in profondità e attribuire erroneamente valori alle misure di origini antiche, la proposta di Linden e Bricker non sembra essere numerologia travestita da accademia. Tuttavia, è importante consentire alla scienza di fare il suo lavoro e prestare attenzione alle critiche e alle confutazioni.

In conclusione, il calendario Maya è molto più di un semplice sistema basato sull’astronomia di base. Non dovrebbe sorprenderci che la rappresentazione Maya del cosmo abbracci una gamma così ampia di spazio e tempo.

La scoperta di Linden e Bricker ci offre una visione più completa e approfondita del sofisticato calendario Maya, rivelando come i Maya abbiano concepito un sistema di calendario più grande che potesse essere utilizzato per le previsioni di tutti i periodi sinodici dei pianeti visibili, nonché i punti di coincidenza con i loro cicli nel Tzolkin e nella Ruota Calendario.

Questa scoperta contribuisce ulteriormente alla nostra comprensione dell’antica civiltà Maya e delle loro avanzate conoscenze astronomiche.

© Riproduzione riservata
A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Riferimenti

Di ufoalieni

Da oltre dieci anni mi appassiona scrivere di civiltà antiche, storia, vita aliena e altri temi affascinanti. Sono curioso di natura e cerco sempre di approfondire le mie conoscenze attraverso la lettura, la ricerca e l'esplorazione di nuovi campi di interesse. Con il mio sito, voglio condividere la mia passione e stimolare la vostra curiosità verso il mondo che ci circonda.

2 pensiero su “Il mistero del calendario Maya svelato secondo uno studio”

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina