OSNI: Basi extraterrestri sotto i nostri oceani?

Molte testimonianze in tutto il mondo parlano di avvistamenti di oggetti non identificati che emergono o si immergono nei mari. Ciò ha portato molti teorici a suggerire l’esistenza di basi extraterrestri sottomarine e OSNI.

osni
I teorici sostengono che ci sono basi extraterrestri sul fondo del mare.

Sin dai tempi di Cristoforo Colombo, le OSNI sono state menzionate in diverse storie. Strane navi che partono ed entrano nell’oceano avvistate da centinaia di anni.

Fin dal XV secolo, infatti, si parla di alcuni fenomeni che, per diversi ricercatori di tutto il mondo, erano Oggetti Subacquei Non Identificati.

OSNI: veicoli subacquei alieni

Una delle testimonianze emblematiche di quel tempo fu ciò che accadde a Cristoforo Colombo e al suo equipaggio durante il loro viaggio in America.

Colombo e i suoi uomini affermarono che durante uno dei loro viaggi avevano avvistato una palla luminosa che pulsava sotto la superficie del mare.

Vedendo in seguito come l’anomalia buca la superficie del mare, è salita in cielo e si è persa volando verso l’infinito.

Tuttavia, ci sono molte altre storie che parlano di questi oggetti misteriosi. Tanti scettici hanno cercato di dare una spiegazione coerente a questi eventi che si manifestano

Sono legati da eventi astronomici come il fulmine globulare, a creature marine bioluminescenti come le meduse o il famoso calamaro gigante.

Al momento, le ragioni di questi avvistamenti OSNI vanno da tecnologie segrete dei governi o che potrebbero essere basi militari sottomarine.

Questa è una possibilità che potrebbe effettivamente essere vera. Ma come si spiegano avvistamenti come quelli di Colombo?

Avvistamenti massicci

Cristoforo Colombo OSNI.
Fin dai tempi di Cristoforo Colombo ci sono registrazioni di avvistamenti OSNI.

Considerando che l’area più estesa e inesplorata del pianeta sono i suoi mari, perché non pensare che questi fungono da autostrada spaziale aliena?

Ad esempio, la Costa Galese, alla periferia di Puffin Island, è un luogo che da anni è una sorta di ambiente favorevole ai fenomeni OSNI.

Centinaia di ricercatori e ufologi si sono riuniti intorno a questo luogo per investigarlo, assicurandosi che ci sia una base aliena sottomarina.

Dall’anno 74, l’attività dell’OSNI prevale nella zona, da luci misteriose nel cielo, avvistamenti di grandi navi triangolari, rapimenti o presenza di creature umanoidi.

Allo stesso modo è il Lago Titicaca, che va dal Perù alla Bolivia. In queste acque cristalline, considerate le acque navigabili più alte del mondo, c’è una grande attività di OSNI.

Antiche leggende della zona suggeriscono che ci sia un’antica base aliena, che si trova nelle profondità del lago.

Anche gli abitanti originari di Tiwanaku portano ancora offerte al lago. Si va da oro, grano, statue e altre cose di valore che vengono gettate nel lago per far felici gli dei.

Allo stesso modo, le regioni del Cile, del Messico e di diverse parti del mondo traboccano di testimonianze di questi avvistamenti.

Nonostante le statistiche “ufficiali” mostrino che l’attività dell’OSNI è diminuita, uno studio recente contraddice totalmente questa visione.

Il mistero degli OSNI continua ancora oggi: potrebbero essere il risultato di basi extraterrestri nascoste nell’unico posto sulla Terra che rimane fuori portata?

 

VEDI ANCHE▶ UFO transmediale: è ora di far conoscere al pubblico la verità

A cura di Ufoalieni.it

Sostienici con una donazione. Il tuo sostegno è prezioso.

2.6K+Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Un pensiero su “OSNI: Basi extraterrestri sotto i nostri oceani?

I commenti sono chiusi.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina