Perseverance e ricerca della vita su Marte: “Quello che non ci dicono”

L’atterraggio “surreale” di Perseverance della NASA, la scorsa settimana, ha segnato la fine di un viaggio di quasi sette mesi dalla Terra a Marte e l’inizio della ricerca della vita antica sul pianeta rosso.

Perseverance

Perseverance MARTE
Panorama del cratere Jezero visto del rover Perseverance WIKIPEDIA

La missione Mars 2020 Perseverance dell’agenzia statunitense ,ha superato con successo la pericolosa discesa nell’aspro cratere Jezero dopo aver percorso circa 470 milioni di chilometri dalla sua partenza, nel luglio 2020 da Cape Canaveral, in Florida.

“È così surreale” ha detto uno degli scienziati del Propulsion Laboratory (JPL) della NASA in California, durante la trasmissione in diretta dell’impresa, mentre tutti applaudivano con gioia.

“La Perseverance è viva sulla superficie di Marte” ha osservato la NASA dopo aver colpito il suolo marziano.

Il robot, il quinto della NASA su Marte dopo Sojourner, Spirit, Opportunity and Curiosity, ha iniziato a rotolare sul suolo marziano senza soluzione di continuità con il compito di cercare tracce di vita antica, prelevare campioni, studiare la geologia e il clima del pianeta rosso e preparare la strada al viaggio per un equipaggio umano.

Ora, con l’arrivo di Perseverance su Marte, stanno riapparendo “teorie del complotto” sulla NASA e sul pianeta rosso.

“Le foto scattate dal rover Perseverance non sono di Marte, ma della Terra.” Questo dicono alcuni sostenitori delle teorie del complotto.

Altri dicono che “l’Agenzia spaziale americana ha ingannato per anni l’umanità esponendo fotografie scattate in vari angoli del nostro pianeta o preparate da grafici”.

Perseverance

L’obiettivo della presunta cospirazione della NASA e delle agenzie spaziali di altri paesi, sarebbe manipolare la società secondo gli ordini di coloro che governano la Terra.

Guarda il seguente video per maggiori informazioni:


GUARDA ANCHE▶ Buzz Aldrin: “Ci è stato ordinato di lasciare la Luna”

A cura di Ufoalieni.it

𝐂𝐨𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨, 𝐝𝐚𝐭𝐞𝐜𝐢 𝐮𝐧𝐚 𝐦𝐚𝐧𝐨. 𝐌𝐚𝐧𝐝𝐚𝐭𝐞𝐜𝐢 𝐪𝐮𝐚𝐥𝐜𝐨𝐬𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐬𝐨𝐬𝐭𝐞𝐧𝐞𝐫𝐞 𝐥𝐞 𝐬𝐩𝐞𝐬𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐬𝐢𝐭𝐨 𝐰𝐞𝐛. 𝐐𝐮𝐚𝐥𝐮𝐧𝐪𝐮𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐚. 𝐅𝐚𝐫𝐚̀ 𝐥𝐚 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐞𝐫𝐞𝐧𝐳𝐚!

loading...
0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina