Scienziati giapponesi indagano sulla “mummia di una sirena”

Una “mummia sirena” custodita in un tempio è stata oggetto di culto, materia di incubi e fonte di mistero per centinaia di anni.

mummia sirena

mummia sirena
Una nota sulla “mummia” conservata nella scatola che fu catturata in una rete da pesca tra il 1736 e il 1741. (Kunio Ozawa)

Ora, per la prima volta, è iniziato un progetto per analizzare scientificamente la creatura mummificata, che ha la parte superiore del corpo di un essere umano e la parte inferiore di un pesce.

I ricercatori della Kurashiki University of Science and Arts qui e altre organizzazioni hanno in programma di annunciare le loro scoperte intorno all’autunno.

Il 2 febbraio, Kozen Kuida, 60 anni, sacerdote capo del tempio di Enjuin ad Asakuchi, ha trasferito il prezioso esemplare lungo 30 centimetri nella sala di tomografia computerizzata dell’ospedale veterinario dell’università.

Distesa supina su un lettino, la mummia sembrava bloccata in un urlo mentre si copriva la bocca con le mani. Oltre alle unghie e ai denti, la mummia ha i capelli sulla testa e squame sulla parte inferiore del corpo.

Secondo una nota contenuta nella stessa scatola della “sirena secca”, la creatura fu catturata in una rete da pesca al largo della costa della provincia di Tosa (l’odierna Prefettura di Kochi) tra il 1736 e il 1741.

Hiroshi Kinoshita, 54 anni, membro del consiglio della Okayama Folk Society, ha ideato il progetto dopo essersi imbattuto in una foto della mummia mentre leggeva i materiali lasciati da Kiyoaki Sato (1905-1998), uno storico naturale di Satosho.

Si ritiene che Sato abbia scritto la prima enciclopedia giapponese di ghoul, yokai, hobgoblin e altre creature soprannaturali del folklore giapponese.

Dopo aver appreso che la mummia sirena era ospitata a Enjuin, Kinoshita ha contattato i funzionari del tempio e dell’università per condurre le indagini.

Takafumi Kato, professore universitario specializzato in paleontologia, è incaricato dell’analisi morfologica della parte superiore del corpo dell’esemplare del tempio di Enjuin.

Sarà la sua prima indagine su una creatura mitica e presto otterrà risultati che condividerà con la comunità scientifica.

A cura di Ufoalieni.it

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook


Resources: Fonte

Sostienici con una donazione. Il tuo sostegno è prezioso.

215Shares

Scrivo appassionatamente di civiltà antiche, storia, vita aliena e vari altri argomenti da più di dieci anni.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina