The Bloop: il suono più strano mai registrato nell’oceano

23 anni fa, la National Oceanic and Atmospheric Association (NOAA) degli Stati Uniti rilevò un suono profondo e potente proveniente dalle profondità del Pacifico meridionale: il Bloop.

Bloop

Sebbene l’apparizione di suoni misteriosi sia comune, mai, prima o dopo, è stato udito o sentito di nuovo qualcosa di simile su tutta la superficie della terra. Le sue origini rimangono un mistero.

La scoperta del “Bloop”

La scoperta è stata fatta grazie ai microfoni che questa Agenzia ha distribuito negli oceani del mondo.

Sebbene originariamente fossero pensati come elementi di guerra (progettati per rilevare il passaggio di sottomarini sovietici), oggi questi microfoni vengono adattati per servire a scopi scientifici ed è proprio nella riparazione di alcuni di essi che il misterioso suono.

Il Bloop è apparso il 19 maggio 1997 intorno alle 15:30 (ora globale). La sua durata è stata di circa 7 minuti e non è stata catturata solo dai microfoni NOAA.

La sua potenza era tale che dozzine di dispositivi lo hanno rilevato in un raggio di oltre 5.000 chilometri. Nessuno degli altri misteriosi suoni che sono stati rilevati nell’oceano è mai stato così potente.

Fenomeno naturale o animale gigante?

Di cosa si trattava? Qualunque cosa fosse, era chiaramente qualcosa di molto, molto grande. Non è solo la forza del suono: la sua bassa frequenza indicava anche una sorgente gigante.

Scienziati e hobbisti iniziarono a speculare e vennero alla luce due proposte, una molto più interessante (e improbabile) dell’altra.

La prima proposta, che è stata ufficialmente accettata dalla NOAA, è che si trattava di una gigantesca cascata di ghiaccio in alcune regioni del Pacifico meridionale.

Loading...

Questi suoni non saranno così rari e potrebbero spiegare la maggior parte dei brontolii che hanno stupito gli scienziati e la gente comune allo stesso modo.

Tuttavia, molti affermano che questa versione non è del tutto convincente, che non spiega l’assenza di tali suoni nei mari del Nord e che ci sono alternative che non sono state valutate.

La più importante di queste alternative è l’esistenza di un animale gigante, capace di emettere questi suoni impressionanti e tenersi nascosto agli occhi degli esseri umani.

Questa affascinante ipotesi è supportata dal fatto che più del 95% degli oceani sono ancora inesplorati, nonché dalla nostra ignoranza della fauna marina.

Ma alcuni biologi avvertono che le probabilità sono contro questo ipotetico gigante.

Bloop 2

Nessun animale di dimensioni simili a questa creatura è mai esistito, né esiste oggi, che sappiamo.

L’ipotetico Bloop sarebbe quasi tre volte la lunghezza della balenottera azzurra (l’animale più grande della storia), quindi peserebbe diverse dozzine di volte quello che pesano questi animali … superando facilmente le 100 tonnellate.

Cosa potrebbe mangiare un simile animale?

Alcuni propongono un’ipotesi di calamaro gigante basata sull’esistenza di questi animali nelle profondità dell’Artico, dove sopravvivono con quantità estremamente basse di cibo.

Inoltre, i calamari sono animali leggeri: un calamaro lungo 100 metri potrebbe pesare perfettamente molto meno di una balenottera azzurra di 30 metri.

Tuttavia, la domanda rimane per quanto riguarda il suono: non ci sono calamari conosciuti che fanno questo tipo di suoni (né per comunicare né per qualche altra funzione) e si presume che un calamaro gigante non farebbe eccezione.

Sembra, quindi, che per i biologi la probabilità che si tratti di un animale gigante sia quasi esclusa. Ma se non fosse stato un animale? E se fosse stato qualcos’altro?

Qualcosa di più soprannaturale, più malvagio, più oscuro di un semplice animale gigante?

L’ipotesi R’lyeh

R’lyeh è una (presumibilmente) città immaginaria ideata da HP Lovecraft e citata per la prima volta nel racconto The Call of Cthulhu.

La sua architettura sarebbe disumana, basata su sistemi geometrici non euclidei e capace di guidare i mortali che osano percorrere i suoi vicoli oscuri fino alla follia.

La città, per destino, sarebbe morta e sarebbe stata nascosta nel profondo del Pacifico meridionale… e sotto il suo mantello protettivo, Cthulhu avrebbe dormito.

Cthulhu è una creatura malvagia e potente, un arcano dei tempi passati con abbastanza potere da imporre il suo dominio su tutta la nostra terra.

Imperatore di un antico regno, si sarebbe addormentato per milioni di anni mentre la terra faceva il suo corso e noi apparivamo. Ma non ci importa di noi. Non significhiamo nulla per lui, non più che le formiche significano per la nostra razza.

La cosa interessante è che nella sua opera Lovecraft indica accuratamente la posizione della città nascosta … e questa è notevolmente vicina al luogo in cui è stato udito il suono misterioso.

Potrebbe essere il risveglio dell’arcano? Forse da un sospiro del gigante addormentato?

La possibilità che il Bloop provenga dal profondo della città di R’lyeh è affascinante. Dovremo aspettare: se Cthulhu deve risvegliarsi, presto lo scopriremo … e avremo il resto dell’eternità per rimpiangere.

Il Bloop: Un suono misterioso dall’oceano profondo | NOAA SOSUS

A cura di Uoalieni.it

loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!