Incredibili scoperte sono state rivelate dopo una revisione da parte di esperti di alcune immagini di Google Earth sul fondo dell’Oceano Atlantico.

Struttura sul fondo dell’Oceano Atlantico

struttura sul fondo dell' Oceano Atlantico

È stato trovato in ciascuna delle fotografie, aspetti che apparentemente non danno l’impressione che possano essere formazioni naturali, come corpi rocciosi, montagne, gole o voragini trovati nel rilievo marino.

Ma cosa succede se ci troviamo di fronte a strutture reali che sono state erette artificialmente e che potrebbero essere vecchie e persino costruzioni moderne che sono attualmente in uso?

Le acque saline degli oceani coprono il 71% della superficie della nostra Terra, il Pacifico è il più grande di tutti, seguito dalle dimensioni dell’Atlantico, per continuare con l’indiano, mentre i minori appartengono ai mari artici e dall’Antartide.

Le catene montuose sono scarse rispetto alla loro superficie, quindi il fondale è abbondante nella sabbia. La profondità media è di circa 3.900 metri, mentre un’area raggiunge 11 chilometri di profondità, cioè vicino alle Isole Marianne.

Lo straordinario mondo marino degli oceani terrestri, è pieno di misteri, si sa molto poco sulla sua vera natura, le immagini di Google Earth possono mostrare alcune anomalie che non corrispondono, a ciò che di solito si trova lì.

Le evidenze di tre strutture innaturali sono state trovate nel rilievo marino dell’Oceano Atlantico, nell’ambito del progetto di studio delle immagini per la ricerca di UFO precipitati e basi operative segrete inizialmente trasportate per la zona antartica.

Frederick è un ricercatore residente in Sudafrica che collabora con l’analisi della classificazione delle anomalie, quindi ha trovato formazioni innaturali sul fondo dell’Oceano Atlantico.

struttura sul fondo dell' Oceano Atlantico 2

Loading...

La prima immagine mostra quella che è forse una costruzione molto antica, una struttura sottomarina che ha anche la presenza di un ponte lungo circa 38 chilometri. Un tunnel esterno che può essere utilizzato per connettersi a due aree distanti.

Intorno e sotto il ponte ha un aspetto che non corrisponde al rilievo del paesaggio marino, cioè non ha una forma irregolare.

Nell’immagine a contrasto, nella parte superiore c’è una formazione circolare che può dare l’idea di una base, nella sua parte sinistra la presenza di un’entrata in questo luogo, e nella parte inferiore una forma triangolare, forse un’altra base che può essere un allegato.

Nella seconda immagine, una strada sembra collegata a un ponte a una possibile base che si trova sotto il fondo del mare. Può essere una costruzione sottomarina a zig-zag o un vero tunnel.

Le dimensioni di questa struttura a zig-zag sono enormi, è notevole che queste linee possano portare ad un certo posto, ma sono molto precise se osservate, tuttavia questa non è una formazione naturale.

La terza immagine mostra cosa può essere un’enorme costruzione, copre anche un’area molto ampia, nell’immagine con il contrasto che sembra essere illuminato, il che dà l’idea che può essere una vera città seduta sul fondo del mare.

È stata effettuata la misurazione di questo territorio che copre circa 34 mila chilometri quadrati, questo copre una piccola area del rilievo marino di questo luogo dell’Oceano Atlantico, un po’ più grande del Belgio.

Forse ci troviamo di fronte a città aliene che possono connettersi tra loro, oltre ad essere abitate, ma potrebbero essere temporanee e abbandonate.

Forse alcune basi sono progettate dove possono essere alloggiate navi sottomarine o USO, e possono anche essere oggetti volanti sconosciuti che viaggiano attraverso i nostri cieli.

Supponiamo che questi oggetti siano stati costruiti artificialmente, quindi chi li ha costruiti?

Ponte: 43°47’18.02″S 1° 9’6.08″W
Struttura a zigzag: 51°56’5.50″S 5°33’2.62″W
Base possibile: 42°25’28.66″S 0°27’1.34″W

Guarda il video seguente e lascia il tuo commento qui sotto.

Strutture misteriose nell’Atlantico

A cura di Ufoalieni.it

loading...
Loading...

By

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *